IN BARCA A VELA TRA NAPOLI E DINTORNI 2018

Il nostri week end  di salsedine e libertà per staccare dalla routine e liberare la mente

PER LE DISPONIBILITA’ IN TUTTI GLI ALTRI WEEK END DI GIUGNO E LUGLIO NON COMPRESI NELLE PROPOSTE CHE SEGUONO, SCRIVETEMI A INFO@VELAVIACONME.IT 

Ponte del 1 maggio

Le tre sorelle

Procida, Ischia e Ventotene

Imbarco: Napoli  venerdì 27 aprile (dalle 18.00) 
Sbarco: Napoli martedi 1 maggio (alle 17.00) 

Procida agghindata a festa, allegra e colorata, Ischia dalla natura generosa e lubrica, Ventotene remota, lontana, con la pelle scolpita dal vento e il fascino di una donna di mare. 

Tre isole vulcaniche, tre sorelle sulfuree, colorate, unite dal filo del nostro itinerario.

Quota di partecipazione a persona: 350 euro 

Venerdì
Appuntamento al Borgo Marinari (in centro città) in barca per conoscerci e fare un po’ di cambusa.
La sera in giro! A scoprire un po’ di Napoli e delle sue bellezze.

Sabato
Colazione, una scappata a comprare qualcosa che abbiamo certamente dimenticato in cambusa e si parte. Come prima isola toccheremo Ischia, l’isola verde, a metà strada tra Napoli e Ventotene. Una rada per il pranzo e poi serata in Porto per visitare l’Isola anche da terra.

Domenica
Ventotene! Sveglia presto (ma non all’alba) perché Venototene dista da Ischia circa tre ore. Se ci sono le condizioni, una bella veleggiata non ce la toglie nessuno! Dormiremo nel Porto Romano, antico e suggestivo porto scavato nel tufo. Non vi entreremo tardi: un po’ perché Ventotene merita una passeggiata da terra e un po’ perché non saremo i soli in porto ed è necessario arrivare con anticipo.

Lunedì
Prua su Procida, la terza di queste bellissime sorelle. Uno stop per il colpo d’occhio alla rada della Coricella, il villaggio dei pescatori, è d’obbligo ma dipende dalle condizioni meteo. Nessun problema, la Corricella è raggiungibile anche dal Porto (dove dormiremo la notte), nella nostra passeggiata serale tra le sue viuzze e le case colorate.

Martedì
Sosta relax in rada a Procida e rientro ore 17:00 in porto a Napoli.

I costi inclusi ed esclusi sono indicati nel box in fondo alla pagina. L’itinerario può subire variazioni in base alle condizioni meteo-marine del momento. Le cabine sono in condivisione. Cerco di attribuirle secondo il genere, ma è richiesta elasticità in caso ciò non fosse possibile.

Weekend 4 – 6 maggio

Costiera Coast to Coast

Capri e Positano

Imbarco: Napoli venerdì 4 maggio (dalle 18.00) 
Sbarco: Napoli domenica 6 maggio (alle 17.00) 

Caprifestaiola, VIP, mondana, famosa, donna elegante e bellissima e Positanosuggestiva ed elegante, con le sue case colorate aggrappate alla roccia e le stradine strette zeppe di boutiques traboccanti di sandali fatti a mano e pizzo san gallo.  Un week end chic e modaiolo per darsi un tocco di follia!   

Quota di partecipazione a persona: 220 euro 

Venerdì
Appuntamento al Borgo Marinari (in centro città) in barca per conoscerci e fare un po’ di cambusa.
La sera in giro! A scoprire un po’ di Napoli e delle sue bellezze. 

Sabato
Partenza massimo per le 9.00. Direzione Positano, ci fermeremo alla boa per visitare il paesino arroccato sulla montagna e per visitare il suo con le sue viuzze e la sua cattedrale. Nel primo pomeriggi partiremo alla volta di Capri, dove dormire in porto per poter godere al meglio dell’isola da terra.  

Domenica
Giro dell’isola da Mare a giornata di relax all’ancora a Marina Piccola, la baia dei Faraglioni, che meritano certamente una sosta per essere ammirati dal basso prima di rientrare a casa.  

N.B La costiera non è vicinissima ma la sua fama meritata verrà il percorso!  Per arrivare da Napoli a Positano sono necessarie tre ore buone di Navigazione.  Per godere al meglio di questo week, dobbiamo saperci svegliare presto al mattino.

I costi inclusi ed esclusi sono indicati nel box in fondo alla pagina. L’itinerario può subire variazioni in base alle condizioni meteo-marine del momento. Le cabine sono in condivisione. Cerco di attribuirle secondo il genere, ma è richiesta elasticità in caso ciò non fosse possibile. 

Weekend 11-13 maggio

Vela e Vigne

Ischia e i vini di Casa d’Ambra

Imbarco: Napoli venerdì 11 maggio (dalle 18.00)
Sbarco: Napoli domenica 13 maggio (alle 17.00)
Un week end in barca a vela pieno di sensazioni e profumi. Sospesi tra terra e mare, storditi da bellezza e sapori, degusteremo vini e prodotti locali. Saremo ospiti di Casa d’Ambra, storica casa vinicola di Ischia incastonata in un anfiteatro naturale affacciato sul mare alle pendici del Monte Epomeo. Produce vini DOC dal 1966: Biancolella, Forastera, Uvarilla, Piedirosso e Guarnaccia. Ci arriveremo a vela. E poiché a noi piace regalarci week end fuori dal comune, il Sommelier professionista lo portiamo tra le dotazioni di bordo!
Quota di partecipazione a persona: 260 euro

Venerdì
Appuntamento al Borgo Marinari (in centro città) in barca per conoscerci e fare un po’ di cambusa. Il nostro amico Sommelier ha già in mente per voi un benvenuto speciale per rompere il ghiaccio..

La sera in giro! A scoprire un po’ di Napoli e delle sue bellezze.

Sabato
Sveglia non prestissimo ma in tempo per godere della nostra giornata. Ultimi acquisti cambusa prima di partire se abbiamo dimenticato qualcosa e partenza per Ischia, l’isola verde.  Veleggeremo mollemente fino a destinazione e ci regaleremo un pranzo in rada. Immediatamente dopo raggiugeremo il porto. Ormeggiata la barca ci dirigiamo ( in taxi)  all’Azienda Vinicola Casa d’Ambra la cui vigna è in una posizione spettacolare panoramica sul mare. Saremo con loro dalle 18.00 alle 21.30.

Quella di Ischia è un’ ”agricoltura eroica” curata da contadini che nei millenni hanno modellato il territorio isolano fatto di pietre di origine lavica e tufacea, strappando alla roccia pezzi di terreno da coltivare vite. Al contadino, Casa d’Ambra ha dedicato un museo al primo piano del proprio edificio dove sono raccolti vecchi attrezzi, gli antichi barili di legno, i torchi di due secoli fa ed ancora le testimonianze fotografiche della civiltà contadina dell’isola d’Ischia che risale al tempo della dominazione greca (VII a. C.).

Visiteremo anche le cantine e il nostro sarà un aperitivo-cena al tramonto, in vigna “Frassitelli”. Degusteremo vini accompagnati dal nostro amico sommelier Pasquale Brillante ci farà scoprire gusti e aneddoti dell’azienda vinicola e dei suoi vini che abbinerà con sapienza alle pietanze che assaggeremo.

Domenica
Sveglia con calma, pranzo in rada (Ischia o Procida). Rientro a Napoli per le ore 17.00.

Qualche info aggiuntiva sul nostro Sommelier di eccezione:
Pasquale Brillante
Food & Beverage Consultant
Consulenze per startup e avvio attività.
Servizi ed organizzazione Eventi e Fiere di Settore.
Corsi Formazione per Sommelier Barman e Sala.
Forniture servizi Sommelier Barman e sala per eventi.
Comunicazione e Web Marketing.
web   www.gustocampania.it

Oltre a quanto normalmente compreso nella quota (vedi riquadro sotto), sono inoltre compresi nel prezzo: degustazione vini, aperitivo cena, visita alle cantine dell’Azienda Vinicola Casa d’Ambra, Sommelier.
Importante: la cassa comune va costituita tra i partecipanti all’esperienza, Skipper e Sommelier non vi partecipano ma vanno considerati nella stessa.
L’itinerario può subire variazioni in base alle condizioni meteo-marine del momento. Le cabine sono in condivisione. Cerco di attribuirle secondo il genere, ma è richiesta elasticità in caso ciò non fosse possibile.

Weekend 18-20 maggio

Vela e Jazz

Procida

Imbarco: Napoli  venerdì 18 maggio (dalle 18.00) 
Sbarco: Napoli domenica 20 maggio (alle 17.00) 

Jam sessions e concerti di strada per il 2° Raduno Jazz Manouche.  Procida incantata da uno stile musicale unico, inventato dallo zingaro più famoso di sempre, Django Reinhart, chitarrista sopraffino. Chi non conosce il Film Chocolat con Johnny Deep e Juliette Binoche?  Un pezzo per tutti, Minor Swing.

Un’atmosfera imperdibile che l’anno scorso ha attirato musicisti e appassionati venuti a Procida da più parti d’Europa incantati dalla musica come i topolini del pifferaio magico.  Un raduno unico nel suo stile, potente nel coinvolgimento dei partecipanti, forte nelle motivazioni e senza nessuno scopo di lucro.  Saremo noi infatti a contribuire volontariamente, lasciando nei piccoli salvadanai che saranno riconoscibili in giro per l’isola un regalo per comprirele spese di ospitalità per i musicisti.

Quota di partecipazione a persona: 200 euro 

Venerdì
Appuntamento al Borgo Marinari (in centro città) in barca per conoscerci e fare un po’ di cambusa.

Sabato
Sveglia non prestissimo ma in tempo per godere della nostra giornata. Ultimi acquisti cambusa prima di partire se abbiamo dimenticato qualcosa e partenza per Procida, dove dormiremo. Cosa faremo? Boh. Il bello è questo, il raduno sta prendendo forma e arrivano i primi dettagli. Non solo Manouche ma anche swing per i concerti della serata di Sabato che si svolgeranno tra Corricella e Terramurata ( per chi non li conosce, due incantevoli posti dell’isola).
Ci sarà parecchio da ballare in un’atmosfera un po’ retró, e Procida si presta benissimo.

E’ certo che Sabato sera dalle ore 21:30 ci saranno vari concerti a Terra Murata, Piazzetta Guarracino
Con Massimo Pumilia alla voce e alla chitarra classica, accompagnato da Gianluca Trinchillo alla chitarra classica.
A seguire:
Hot Quartet e Piccoli Fiori Swing: Alessandro Butera, Daniele Corvasce e Giuliano Gerardi alle chitarre, Bruno Belardi al contrabbasso. E con Ilaria D’Amore, Nicoletta Nardi e Ghita Casadei alle voci.
Mentre dalle Ore 00:00
Grande jam session fino a tarda notte
Belvedere di Santa Margherita Nuova
Ci sarà da divertirsi!

Trovate il programma completo alla Pagina Facebook ufficiale dell’evento 2° Raduno Manouche.

A me sembrano delle premesse fantastiche per un week end che ci rimarrà impresso nella memoria.  

 
Domenica
Sveglia con moooolta calma (specie se la sera siamo stati in giro per concerti), pranzo in rada a Procida. Rientro a Napoli per le ore 17.00. 

Week end 25-27 maggio 

Vela e Yoga

Il corpo, la mente, il cuoreIschia e Procida 

Imbarco: Napoli venerdì 25 maggio (dalle 13.00) 
Sbarco: Napoli domenica 27 maggio (alle 17.00) 
La vela e lo yoga. Ingredienti magici per un week end di riequilibrio psico fisico. L’aria di salsedine giova al cuore, fa respirare la mente, fa sorridere l’anima. Velaviaconme è vento nei capelli, mare vissuto dal mare. Zoé Animal Yoga® è la sperimentazione del movimento in libertà, l’apprendimento di controllo ed equilibrio, la pratica di esercizi finalizzati ad aumentare forza e flessibilità. Con gli occhi pieni di bellezza, le narici che respirano il mare, verremo accompagnati nelle tecniche di distensione e rilassamento in una cornice unica da un Maestro d’eccezione.
Quota di partecipazione a persona: 270 euro

Venerdì
Appuntamento al Borgo Marinari (in centro città) in barca per conoscerci, fare un po’ di cambusa ed entrare nello spirito del nostro week end. Partiremo nel primissimo pomeriggio alla volta di Procida. In serata faremo la nostra prima lezione di yoga. 

Sabato
Il Maestro si sveglia con il sole. Non lo pretenderà anche da voi, ma certamente svegliarsi presto ci permetterà di godere al meglio della nostra giornata nella quale faremo due lezioni di yoga.  Quella serale sarà a Ischia, dove passeremo la notte.  

Domenica
Sveglia di buon’ora, lezione di Yoga mattutina per iniziare la giornata in armonia con il mondo, pranzo in rada (Ischia o Procida). Rientro a Napoli per le ore 17.00. 

 

Qualche info aggiuntiva sul nostro Maestro: 

Enrico de Luca (Heinrich Hölderlin)
Maestro di Yoga 
Fondatore di Zoé Animal Yoga®

Terapista MTC in Tecnica Shiatsu Integrata©

WildLife Coach
Trance Dance

Esperto in Simbolica per l’Arte
www.zoeanimalyoga.com/enrico-de-luca 

Oltre a quanto normalmente compreso nella quota (vedo riquadro sotto) sono comprese nel prezzo le lezioni di Yoga. L’itinerario può subire variazioni in base alle condizioni meteo-marine del momento. Le cabine sono in condivisione. Cerco di attribuirle secondo il genere, ma è richiesta elasticità in caso ciò non fosse possibile.  

Importante: la cassa comune va costituita tra i partecipanti all’esperienza, Skipper e Maestro di Yoga non vi partecipano ma vanno considerati nella stessa. 

Weekend del 2 giugno

Velatrekking

Penisola Sorrentina

Imbarco: Napoli  venerdì 1 giugno (dalle 18.00)
Sbarco: Napoli domenica 3 giugno (alle 17.00)
Nella magia della Penisola Sorrentina, vela, mare, una camminata sportiva fino a Ièranto, la baia delle Sirene dalle acque trasparenti dove gli umani possono accedere solo in punta di piedi, e il lusso di mangiare lo spaghetto più imitato al mondo, cucinato dalle mani di chi lo ha inventato.
Quota di partecipazione a persona: 220 euro

Venerdì
Appuntamento al Borgo Marinari (in centro città) in barca per conoscerci e fare un po’ di cambusa.
La sera in giro! A scoprire un po’ di Napoli e delle sue bellezze.

Sabato
Sveglia molto presto al mattino. Partiremo verso le 7.00 per raggiungere la Penisola Sorrentina in circa due ore. E’ importante poter fare la nostra passeggiata quando il sole non è ancora a picco. Anche se siamo solo a fine maggio, potrebbe fare davvero caldo. Arrivati a destinazione, un barchino ci porterà a terra per iniziare la nostra passeggiata nella Baia di Ieranto. Trascorreremo la nostra giornata nella riserva naturale per scoprire le sue bellezze e farci un bagno rinfrescante.
Importante! Portate una zainetto che possa contenere acqua da bere, la colazione al sacco, un ricambio se credete, e ciabatte o scarpe da scoglio per fare il bagno se volete. Non dimenticate che siamo in una zona rocciosa!
Dopo essere tornati in barca, ceneremo a Marina del Cantone (Nerano) dalla mitica Maria Grazia, dove è nata la celeberrima “pasta alla Nerano”. Trascorreremo la notte ormeggiati alla boa a Recommone, bellissima insenatura giusto accanto. Attenzione! il trekking è light ma la camminata richiede una buona forma fisica e l’assenza di patologie cardiovascolari o di altri impedimenti a camminate sportive.

Domenica
In mattinata navigheremo per in bagno sotto la rocca di Sorrento. Rientro Previsto per le ore 17.00.

Le cabine sono in condivisione, è il principio base dell’imbarco individuale. Cerco di attribuirle secondo il genere, ma è richiesta elasticità in caso ciò non fosse possibile.

L’itinerario può subire variazioni in base a valutazioni formulate sulle condizioni meteo-marine del momento. Ma conoscendo i posti mi permetto di dire che qualsiasi cosa faremo vi piacerà un sacco, e che negli anni passati nemmeno la pioggia battente ci ha impedito di passare un wend memorabile..

La quota comprende

  • skipper
  • sistemazione in cabine doppie
  • lenzuola
  • programma di navigazione
  • tender (se necessario secondo periodo)
  • fuoribordo
  • pulizia finale.

La quota non comprende

  • viaggio fino al luogo d’imbarco
  • eventuali transfer
  • cambusa
  • carburante (ore motore)
  • eventuali costi rifornimento acqua a parte il primo
  • eventuali porti (tranne quello di imbarco e sbarco)
  • boe
  • accessi ad aree marine protette
  • e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Detti costi verranno regolati con una cassa comune costituita tra l’equipaggio.

LE METE

Ischia

E’ la più grande isola tra quelle del Golfo. La chiamano l’isola verde perché è coperta di vegetazione. È ricca di cale e calette. E’ un’isola vulcanica ed è ricca di acque e strutture termali. Una visita vale la pena!
Dato che non siamo in piena estate, possiamo anche approfittarne per visitare l’isola da terra.
I porticcioli sono tanti e davvero carini. Casamicciola, Lacco Ameno, Forio, Sant’Angelo, Ischia Ponte.

Procida

E’ interamente di tufo. Al tramonto diventa giallo oro e in questo assomiglia molto a Ventotene. E’ un’isola di una bellezza struggente e malinconica. L’Isola di Arturo, libro di Elsa Morante, parla di Procida. E come dimenticare alcune delle scene del film Il Postino con Massimo Troisi e Philippe Noiret? La Corricella (set del film) resta un porticciolo di pescatori unico nel suo genere e vale assolutamente una visita.  Ma meriterebbero una passeggiata a piedi anche Terramurata, il Carcere, la zona del Porto, la Chiaiolella.

Ventotene

Alle Isole Flegree aggiungiamo Ventotene, bellissimo scoglio in mezzo al mare.
Costituita interamente di tufo, il vento l’ha scavata, levigandola.
Ha un piccolo centro molto vivace ed allegro con baretti e ristorantini ed un suggestivo porticciolo che data dell’epoca romana dove ancora si  possono vedere le bitte scavate nel tufo.
Ogni anno a Settembre vi si celebra la festa di Santa Candida, patrona dell’Isola, e le pittoresche scale che dal porticciolo salgono in paese si ricoprono di persone radunate per lo spettacolo delle mongolfiere librate in cielo in onore della Santa.

Capri

Il periplo di Capri è bellissimo, le scogliere scendono a picco con un effetto mozzafiato ed è possibile passare molto vicino alla costa.
La Grotta Bianca, La Grotta Azzurra (dove si entra con un barchino – costo 15 euro) l’Arco Naturale, Marina Piccola, Il Faro di Punta Carena e ovviamente i faraglioni. E poi a terra, la sera, è d’obbligo una puntata da Anema e Core, un locale sui generis dove la tradizione locale si fonde con la voglia di ballare e divertirsi. Da non perdere davvero. Chi vuole passeggiare, può fare salire sul Monte Solaro (in seggiovia) o fare un salto a punta Tragara.

La Costiera Amalfitana

La costa tra Punta Campanella (sulla costa, di fronte a Capri) e Amalfi, è piena di cose da vedere.
Possiamo fermarci a dormire a Nerano, Recommone, a Positano, ad Amalfi..fare il bagno ai Galli, a Crapolla, a Nerano.

Per chi ne ha voglia, è possibile fare passeggiate di trekking light alla baia di Ièranto, incantevole riserva naturale dove sempre più spesso si avvistano nella baia delfini e tartarughe marine..

E perché non fermarsi a cena da “Da Maria Grazia”  che ha inventato la notissima pasta alla Nerano famosa in tutto il mondo