GRECIA – SPORADI SETTENTRIONALI 2019

Le Sporadi Settentrionali, una tavolozza di colori pieni di luce

Skiathos, Alonissos e Peristera, Skopelos, Skyros

Le Sporadi sono un arcipelago come pochi, una tavolozza di colori sapientemente mescolati e di una bellezza mozzafiato.

Il loro nome testualmente significa “messe a caso, in ordine sparso” e spesso dobbiamo spiegare dove sono, perché le conoscono davvero in pochi. Ma dalla cartina qui accanto dovrebbe esservi più chiaro.

La loro scarsa fama incuriosisce e aumenta il loro fascino e fa venire voglia di andare a curiosare. E infatti noi ci siamo stati già nel 2016, e le abbiamo trovate uniche nel loro genere e poco congestionate. Oltre ai traghetti di linea e alle barche di pescatori, è davvero raro vedere un motoscafo. Per chi ama la vela, questo è davvero un regalo. Abbiamo scoperto isole per molti versi ancora incontaminate, con pittoreschi villaggi e porticcioli multicolori. Molto piovose in inverno, restituiscono in estate una natura lussureggiante con tonalità di verdi accesissime che sono un trionfo per gli occhi. Girandole in barca si può godere di baie e rade altrimenti non raggiungibili diversamente. Alcuni versanti sono infatti meravigliosamente completamente disabitati, quando non lo sono le intere isole, come Kyra Panagia.

In geografia sono definite Settentrionali, per distinguerle dalle Sporadi Meridionali, che individuano invece le isole del Dodecanneso (di fronte alla Turchia) che molti conoscono perché sono più battute, come le Cicladi.

Ma Skiathos, Alònnisos , Skopelos, e le isole minori (Peristera, Giura, e Kira Panagia) non hanno davvero nulla di invidiare alle sorelle maggiori degli altri Arcipelaghi perché, a differenza loro, godono di quella bellezza ancora non inquinata dal turismo di massa.

Il colore del mare va dall’azzurro al blu cobalto e certamente a mantenere le acque così trasparenti contribuisce anche l’area marina protetta di Alònnisos e Peristera, dove abita la foca monaca.

Queste isole lontane sono diventate per noi italiani oramai facili da raggiungere con voli diretti da tutta Italia o con voli con scalo su Atene e ci offrono una Grecia insolita e molto caratteristica con tramonti magici, azzurri profondi e verdi vivissimi.

Ogni isola ha una sua peculiarità e un suo carattere, Skiathos è famosa per la sua vita notturna a dir poco vivace, ed è una signora che si sveglia tardi al mattino. Skopelos è un dipinto di un villaggio incantevole con mille particolari, una star del cinema che si è ritirata a vita privata dopo il grange successo del film Mammamia! Ricordate la chiesetta arraoccata sullo spuntone dove hanno girato la famosa scena del matrimonio? Alònnisos, la più lontana,ha una chora (villaggio storico) bellissima, ed un’atmosfera distesa che aiuta lo sguardo a perdersi in scenari e panorami davvero di rara bellezza. Poi ci sono le isole minori di cui Kyra Panagia merita certamente una tappa. Fosse solo perché è completamente disabitata, e la barca a vela è davvero l’unico modo per arrivarci. Skyros è la più lontana e la più difficile da raggiungere in barca. Bisogna proprio essere testardi per volerci andare (spesso controvento) e per questo motivo non è contemplata dalle nostre rotte. Trovate le foto sotto perché a chi vuole prolungare la vacanza in barca, trascorrendo qualche giorno a terra, consigliamo di fare una puntata in quest’isola un po’ impervia ma descritta come bellissima da chi c’è stato.

Dettaglio da non sottovalutare, alle Sporadi (a differenza delle Cicladi ad esempio) il Meltemi, il vento dominante, arriva mitigato nella sua forza dalle catene montuose situate a Nord sulla terraferma, permettendo gradevoli navigazioni a vela con venti allegri ma raramente sostenuti.

Insomma pare davvero un bel mix da provare. Sotto trovate tutte le info sul porto di imbarco e sbarco, su come raggiungere Skiathos, sulla vostra vacanza, e una piccola descrizione di ogni isola.

Molte delle foto che vedete sono state scattate da noi nel 2016 giusto per darvi un assaggio, ma saprete farne di migliori voi, una volta lì ;).

Le acque più trasparenti dell’Egeo, la magia unica di isole ancora poco conosciute.  

ITINERARIO (settimanale, periodo 3 – 24 agosto)

  • 1) Skyathos
  • 2) Skopelos
  • 3) Alonissos e Peristera
  • 4) Kyra Panagia

Tappe

Le tappe sono indicative. Gli itinerari, settimanali. L’itinerario dipende dalle condizioni meteomarine (valutate dal vostro capobarca), dai desideri dell’equipaggio, da eventuali recenti disposizioni delle Autorità greche in riferimento alle zone navigabili all’interno dell’area marina protetta di Alonissos e Peristera.

Non fermatevi al fatto che le isole menzionate sono solo 4! Tutte offrono talmente tanti di quei posticini ed anfratti che una settimana non vi sarà sufficiente per visitarle tutte. Ma se ci riuscissimo, ci sono sempre le altre isole minori che compongono l’arcipelago alle quali fare eventualmente una puntata.

Faremo tappe giornaliere brevi con soste in baie e cale per bagni e relax. Veleggeremo durante gli spostamenti e alterneremo notti stellate e natura silenziosa con notti nei porticcioli per sgranchirsi le gambe, visitare posti nuovi e regalarsi qualche mondanità.

A BORDO

La nostra formula concilia la vacanza di mare, relax e natura con partecipazione attiva a bordo e apprendimento.  Nasciamo come istruttori di vela o aspiranti tali. Dietro alle nostre scelte associative c’è la passione per la vela, la voglia di stare insieme, di conoscere nuovi amici, di scoprire posti nuovi, farli scoprire a voi, e di godere di buona compagnia. Sulle nostre imbarcazioni le parole d’ordine sono collaborazione e condivisione, i cardini della filosofia di Velaviaconme ASD nel vivere il mare e lo spirito con cui proponiamo le iniziative ai nostri associati.

ll capobarca/istruttore è il vostro comandante, colui che si prende cura di voi e del vostro benessere ed è responsabile della vostra sicurezza ed è colui al quale spetta l’ultima decisone sul da farsi in caso il tempo si stia guastando o ci siano degli impedimenti. Non è  una persona che vi porta, piuttosto viaggia con voi facendovi scoprire nuove meraviglie e trascorrendo del tempo con voi. 

Fa parte dell’equipaggio, e va sempre considerato nella vostra cambusa. 

Lo stesso vale per il secondo di bordo, che è una mano nelle manovre, un back up per il comandante e una figura perno nella gestione degli equipaggi che di solito sono composti dapersone che si conoscono a bordo per la prima volta. Non svolge altre funzioni ( pulizia, cucina etcetc). 

Imbarco e Sbarco

Skiathos

Imbarco >> Sabato dalle 18.00
Sbarco >> Sabato entro le 9.00

Imbarcazione:

Evangelos
Modello Sud Odyssey 43
4 cabine ( 3 doppie + 1 castello)
Posti letto 8 + 2 ( capobarca e secondo dormono in dinette)

Formula:

Imbarco individuale (cabina da condividere).
Barca intera su richiesta

Logistica in loco

Per la logistica utilizzeremo come punto ritrovo per tutti voi (e noi) il ristorante di Raffaele, adiacente alla banchina.  Potrete lasciare i bagagli da lui nell’attesa di imbarcarvi, bere qualcosa di fresco, e certamente avere consigli e supporto se lo chiamerete per tempo prima di arrivare sull’isola in caso aveste bisogno di un transfer da/per l’aeroporto, o di una stanza do hotel se vi fermate qualche giorno di più sulle isole.

Poter lasciare i bagagli è un vantaggio indubbio, a volte gli aerei atterrano al mattino presto, e nell’attesa dell’imbarco potrete girare l’isola da terra liberamente e senza ingombri.

Image
Image

COME RAGGIUNGERCI A SKIATHOS

Arrivare a Skiathos dall’Italia

Volotea  da Venezia, Torino, Napoli e Bari.
Blu-Express/Blu Panorama , Bologna Bergamo, Milano Malpensa e Roma Fiumicino.
Neos Air  da Milano Malpensa e Verona.

Arrivare a Skiathos da Atene

Voli giornalieri  Atene Skiathos (compagnie: Sky express e Olympic Air) 

In caso i voli interni per skiathos fossero troppo costosi o in orari non comodi, esiste l’opzione Bus (compagnia KTEL)  per Agios Kostantinos + traghetto per Skiathos  (aliscafi e traghetti giornalieri – varie compagnie locali)

Un dettaglio fondamentale da considerare: non esistono autobus di lunga percorrenza per nessuna destinazione della Grecia che partono direttamente dall’Aeroporto di Atene. Bisogna raggiungere uno dei tre interscambi di Atene. A noi interessa quello di Liosion. E’ da lì che partnono i bus per Agios Kostantios.

Arrivare a Skiathos da Salonicco

Traghetto Ellenic Seaways per Skiathos. Al momento (febbraio 2019)  gli orari dei traghetti non sono ancora stati pubblicati.
Questa soluzione potrebbe prevedere un pernottamento a Salonicco – peraltro bellissima – perché i traghetti partono al mattino alle 10 ( tempo di percorrenza circa 3 ore).

Bus KTEL Makedonia per Volos con tempi di percorrenza di circa 3 ore e varie corse al giorno +, aliscafoda Volos per Skiatos ( circa 4 al giorno).  

Anche questa soluzione potrebbe prevedere un pernottamento nella bellissima e storica Salonicco in funzione delle coincidenze aereo, bus e aliscafi.

Traghetti interni e Aliscafi

I  collegamenti via mare sia da Agios Kostantinos che da Volos che tra le isole sono assicurati sempre da Hellenic Seaways , alla quale si aggiunge localmente la ANES  Per raggiungere Skyros invece, bisogna rivolgersi alla SNE che assicura i collegamenti solo in estate e solo in alcuni giorni.

Esiste poi Openseas, un sito aggiornato e ben fatto e contempla varie soluzioni di viaggio e che può essere un buon punto di partenza per le vostre ricerche.

Con due n e una s. E l’accento sulla prima o. 

Lunghi chilometri di costa ancora vergine e mare protetto dall’istituzione del parco marino nazionale, che rende le sue acque le più pulite dell’Egeo nonché il luogo eletto dalle foche monache mediterranee. Declivi dolci, stradine colorate, chiese ortodosse aperte anche di sera che regalano con le loro candele un’atmosfera mistica amica del silenzio e della meditazione. Fuori, una vita allegra, un bel turismo. Il turismo silenzioso e non schiamazzante che fa piacere incontrare. Quello che gode di un posto, non lo usa. Che assapora le passeggiate, che si perdenelle chiacchiere delle taverne e dei baretti che popolano la Chora, il vecchio villaggio arroccato sulla collina.  capoluogo antico dell’isola inerpicato su un monte, a picco sul mare. Il suo porticciolo, Patitiri è abitato da barche da pesca dai colori vivaci, ideale base di partenza per veleggiare verso l’isola di Peristera.

E’ magica al limite del mistico, ricca di verde che arriva fino al mare, di zone collinari, dimonasteri, di scogliere a picco sul mare, di natura in movimento. Alterna luoghi che invitano al silenzio e al raccoglimento con posti dalla indubbia vivacità serale. Sul versante ovest dell’isola c’è Glossa, l’antica Chora (il capoluogo storico) un villaggio quasi fiabesco con scale che salgono e scendono, ricco di scorci pittoreschi e taverne dove gli anziani trascorrono il loro tempo a giocare a Back Gammon. Sul versante est, spesso battuta dal vento, c’è la baia con la bellissima chiesetta arroccata sulla collina immortalata nel film Mammamia! Skopelos merita certamente una sosta di più di una notte.

Skiathos é un po’ la Mikonos delle Sporadi Settentrionali. Pullula di locali, taverne, baretti e ha una interessante vita notturna per tutti i gusti. Se si vuol tirare tardi qui si può, senza annoiarsi, in un turbinio di gente, gonne svolazzanti e musiche polifone.   Ma c’è un lato che non mostra subito, l’altra faccia della medaglia, che si scopre quando ci si perde camminando nei sui mille vicoletti. La faccia di un’isola ancora sonnacchiosa al mattino. Bellissima nonostante la nottata brava, col sorriso assonnato e lo sguardo ammiccante che già brilla. Per i velisti, offre baie e insenature per bagni in relax. È raccolta, e anche facilmente visitabile in motorino o a piedi per chi vuole trovare il tempo per gironzolare un po’ a terra.

Non la troverete nei siti di viaggio classici ma solo in quelli che propongono vacanze in barca a vela. Il motivo è semplice. E’ un’isola meravigliosamente disabitata. E per questo motive senza collegamenti di linea con la terraferma. Non sarete certo gli unici a raggiungerla in barca a vela, ma è bello sapere che è un posto dove hanno accesso solo i naviganti.  Ha due grandi baie ben ridossate, dove di notte vedrete tante stelle quante non ne avete mai viste tutte in una volta. Essendo completamente priva di inquinamento luminoso regala una visione della volta celeste più unica che rara. E anche i bagni non sono da meno!

Skyros è la meno battuta, perché più defilata (in barca a vela ci vogliono circa 5 ore di navigazione) e più investita dal vento. La consigliamo per chi vuole trascorrete qualche giorno aggiuntivo a terra, dopo la settimana in barca a vela con noi. Una visita la merita. Come le altre èsemplicemente poco conosciuta ma non per questo meno degna di nota bel bellezza del paesaggio.  Verde e ricca di vegetazione a nord, brulla e rocciosa a sud., ha due anime unite della gelosa conservazione della sua natura, dei suoi villaggi caratteristici, delle sue vedute mozzafiato e del suo mare, limpido ed azzurro.